Benvenuti su FisiOne di Daniele Ciccarelli

Orario di lavoro : dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 19.00.
  Contatti : 347.4615364 info@fisione.it

Osteopatia

L’Osteopatia nasce come Terapia Manuale nel 1847 per merito di un medico chirurgo americano (D.O. A.T. Still 1828-1914).
Fondamentale il concetto di unità fra struttura e funzione dell’organismo vivente: il corpo è costituito da un insieme funzionalmente integrato.
Qualsiasi disfunzione della struttura può alterare questo delicato equilibrio, provocando il manifestarsi di quadri clinici dolorosi acuti o cronici nell’adulto come nel neonato.

Riconosciuta dall’OMS nel 2002 è inserita tra le Medicine Non Convenzionali, ma l’orientamento degli Organismi Sanitari Mondiali fa ben sperare per un suo rapido inserimento nel Sistema Sanitario incluso quello Italiano.
Le tecniche ed i metodi, definiti dagli standard europei (EROP) e mondiali (WOHO), possono variare in funzione dei quadri clinici del paziente: tecniche strutturali, cranio-sacrali, viscerali sono accomunate principalmente dall’interazione e modulazione del Sistema Nervoso Autonomo, quindi dalla variazione del metabolismo del paziente, a conseguimento del miglioramento del suo stato di salute.
L’Osteopatia interviene a supporto dei processi riabilitativi preventivamente concordati con lo Staff Medico (Rieducazione Funzionale, Massoterapia, RPG, Tecar, Laser, Onde d’Urto…), inserendosi in un percorso che migliori ed ottimizzi il recupero del paziente.
Le possibili sinergie con le Specialità Mediche ( Fisiatria, Ortopedia, Medicina dello Sport, Neurologia, Neurochirurgia, Gastroenterologia, Ginecologia, Cardiologia, Urologia, Pediatria , Ortodonzia, Omeopatia, Psicologia, ecc…) permettono di valutare piani di trattamento orientati non solo sul sintomo ma anche sulla causa.
Il terapeuta individua le corrispondenze neurologiche, la funzione alterata e ciò che da essa si manifesta, e assiste il paziente al fine di recuperare autonomamente il suo stato di salute.

I Trattamenti Osteopatici possono essere indicati per quadri clinici sia in fase acuta che cronica, nell’adulto come in età pediatrica. Le sedute, generalmente settimanali, possono prevedere inizialmente da 3 a 5 trattamenti ed in funzione dello stato di salute del paziente, controlli a distanza di più settimane.
Le più comuni indicazioni riguardano le affezioni del Sistema Muscolo Scheletrico (traumatiche, degenerative e acquisite) e quindi relative anche a quelle del Sistema Nervoso Centrale ( Autonomo e Periferico). Da questo si evince come inevitabilmente il coinvolgimento dei vari apparati (Circolatorio, Respiratorio, Endocrino, Gastroenterologico, Cardiovascolare, Locomotorio, Urogenitale, Vestibolare…) sia inevitabile producendo il manifestarsi di possibili quadri clinici complessi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?